Come possono ammalarsi i figli dei fumatori: avvertono i medici

Tutti conoscono i pericoli del fumo. Tuttavia, il numero di persone con questa cattiva abitudine continua a crescere ogni anno.

Secondo uno studio pubblicato su The Lancet, il numero di fumatori nel mondo ha raggiunto 1,14 miliardi nel 2019. Negli anni '90 erano 0,99 miliardi. Allo stesso tempo, il fumo provoca la morte di 7,69 milioni di persone all'anno.

Il fumo di tabacco è pericoloso non solo per chi fuma, ma anche per le persone che lo circondano. I figli dei fumatori sono particolarmente a rischio.

Fumo passivo e bambini

Secondo i dati dell'OMS 165.000 bambini muoiono prima dei 5 anni a causa di malattie causate dal fumo passivo. E quelli che sopravvivono sono a rischio di sviluppare la BPCO. Il fumo di sigaretta contiene più di 4.000 sostanze chimiche, di cui 40 cancerogene e almeno 250 riconosciute nocive per la salute. E rispetto a un adulto, il corpo del bambino è più suscettibile agli effetti dannosi di questi veleni. Pertanto, i bambini che crescono in famiglie di fumatori, di regola, si ammalano più spesso dei loro coetanei che conducono uno stile di vita sano.

Il fumo passivo colpisce il corpo del bambino allo stesso modo del fumo attivo:

  • impedisce lo sviluppo di una forte immunità;
  • colpisce tutti gli organi interni, compresi i sistemi cardiovascolare, respiratorio, nervoso, fegato, reni, stomaco;
  • porta all'interruzione dei processi metabolici;
  • ha un effetto dannoso sulle cellule cerebrali, che può causare ritardi nello sviluppo e una diminuzione delle capacità intellettive.

I medici hanno notato che i bambini nelle famiglie dei fumatori hanno una probabilità 15 volte maggiore di soffrire di bronchite, polmonite e altre malattie broncopolmonari. E le mogli degli uomini che fumano hanno 4 volte più probabilità di soffrire di malattie oncologiche.

L'inalazione del fumo di tabacco aumenta il rischio che un bambino sviluppi una serie di malattie:

  • cancro;
  • cardiovascolare;
  • Organi ORL.

I neonati esposti al fumo passivo sono ad alto rischio di sindrome della morte improvvisa del lattante. I bambini dei fumatori tossiscono più spesso, sono più difficili da tollerare le malattie respiratorie. Il fumo passivo può causare congestione nasale, mal di testa, irritazione agli occhi raucedine e mal di gola. Questi bambini sono maggiormente a rischio di sviluppare asma bronchiale e allergie.

Se il fumo passivo continua per anni, la funzione polmonare del bambino è compromessa o l'organo inizialmente non è in grado di svilupparsi correttamente e aumenta il rischio di cancro ai polmoni. Inoltre, nelle famiglie in cui uno dei genitori fuma, c'è un rischio maggiore che anche il bambino fumi.

In che modo il fumo durante la gravidanza influisce sulla salute del nascituro

I bambini ancora nel grembo materno non sono protetti dalle sostanze tossiche contenute nelle sigarette. E non parliamo solo di donne che fumano mentre portano un bambino.

Il fumo passivo durante la gravidanza può portare a disturbi dello sviluppo nel feto, in particolare provocare problemi all'apparato respiratorio. E se un bambino inala il fumo di sigaretta, ha un rischio maggiore di sindrome della morte improvvisa.

Se una donna fuma durante la gravidanza, può causare la morte del feto. I fumatori hanno quasi 12,5 volte più probabilità di avere aborti spontanei, anche alla fine della gravidanza. Il fumo di sigaretta che passa attraverso la placenta può paralizzare il sistema respiratorio fetale e causare convulsioni. Inoltre, le madri che fumano abbastanza spesso danno alla luce bambini con lesioni del sistema nervoso centrale.