Perché i farmaci non funzionano: analizziamo i motivi principali

I prodotti medici (preparati, medicinali, vitamine, medicinali) sono citati solo a scopo informativo. Si sconsiglia di utilizzarli senza prescrizione medica. Lettura consigliata: " Perché non puoi assumere farmaci senza prescrizione medica?". L'assortimento di una moderna farmacia è composto da diverse migliaia di diversi tipi di farmaci e le fabbriche e le fabbriche farmaceutiche producono ancora più farmaci. Ma anche con una tale abbondanza di prodotti medici, molti pazienti si lamentano: nulla mi aiuta. E spesso allo stesso tempo affermano che la colpa è della contraffazione di massa dei farmaci. Aggiungono pubblicazioni "carburante sul fuoco" su risorse Internet, video e articoli sui media sulle falsificazioni.

La situazione, infatti, non è così critica come si vede. Il numero di medicinali contraffatti è limitato ei servizi competenti monitorano il più possibile la situazione del mercato farmaceutico. Quando acquisti medicinali in farmacie ufficialmente funzionanti, emettendo ricevute di acquisto, puoi essere sicuro al 99% che siano di alta qualità ed efficaci. E ci sono spiegazioni completamente diverse per la bassa efficacia dei farmaci. Vale la pena esaminarli.

Il segreto principale dell'inefficienza dei farmaci

Fino alla metà del XX secolo l'elenco dei farmaci era piuttosto modesto. Inoltre, la maggior parte di essi non poteva essere acquistata da sola in farmacia. In medicina è stato utilizzato il principio del paternalismo: il medico ha prescritto al paziente un regime di trattamento, alimentazione dietetica, procedure fisioterapiche, se necessario, e il paziente gli ha rigorosamente obbedito. Gli operatori sanitari godevano di un alto prestigio. E, secondo le statistiche di quei tempi, i farmaci prescritti aiutavano. No, i farmaci non erano di qualità speciale, solo il rispetto della loro assunzione è il segreto principale di qualsiasi regime terapeutico.

Oggi, al posto del paternalismo, è stato introdotto il concetto di obbedienza. Significa la volontà del paziente di rispettare pienamente le raccomandazioni del medico. I dati dei medici americani mostrano che circa 100.000 pazienti muoiono ogni anno a causa della scarsa compliance e il 10% dei ricoveri è il risultato del mancato rispetto delle prescrizioni.

È il mancato rispetto del regime terapeutico previsto, nonché l'errata assunzione di medicinali, la principale ragione dell'inefficacia della loro azione. E cosa potrebbe essere esattamente sbagliato, e lo scopriremo.

Automodifica del dosaggio e del corso della terapia

Una visita dal medico non sempre garantisce che il paziente si atterrà accuratamente al dosaggio dei farmaci. La possibilità di trovare qualsiasi informazione su Internet, a volte gioca uno scherzo crudele. L'esempio più eclatante è l'assunzione di antibiotici. Secondo uno studio dell'OMS in 12 paesi del mondo, il 32% degli intervistati ritiene che sia possibile interrompere l'assunzione di agenti antibatterici alla prima diminuzione dei sintomi della malattia. Questa è una cifra piuttosto seria, perché cambiare il dosaggio degli antibiotici, riducendo la durata richiesta del corso del trattamento è pericoloso per l'emergere di resistenza di microrganismi. Inoltre, l'aumento della dose non accelererà la cura della malattia, ma, al contrario, complicherà il suo decorso con un sovradosaggio e il verificarsi di più sintomi collaterali.

Lo stesso vale per la frequenza di assunzione di farmaci. Se il medico consiglia di assumere compresse, capsule o qualsiasi altra forma di dosaggio 3 volte al giorno, è necessario seguire rigorosamente le istruzioni. Molti farmaci richiedono un costante mantenimento della concentrazione nel corpo, quindi è importante non dimenticare la loro assunzione.

Ignorare le possibili interazioni con le bevande

Le istruzioni per l'uso dei medicinali contengono principalmente informazioni su come bere le compresse. Nel 99% dei casi si consiglia di utilizzare acqua naturale. Ma non tutti stanno studiando da vicino il modo in cui vengono utilizzati i farmaci. E tale disattenzione è un'altra ragione dell'inefficacia dei farmaci. Per poter recuperare rapidamente, vale la pena ricordare cosa non dovresti assumere con i medicinali e perché.

Il caffè ha proprietà diuretiche, quindi può rimuovere il principio attivo dall'organismo più velocemente del tempo necessario per raggiungere la sua massima concentrazione. E a causa della presenza di caffeina nella composizione, è assolutamente impossibile usare il caffè insieme ai farmaci per la pressione. Il tè solo a prima vista sembra innocuo per bere medicinali. Contiene tannino, che interferisce con l'assorbimento dei farmaci. Prendendo antidepressivi, papaverina, codeina, rimedi per l'ulcera allo stomaco, enzimi insieme al tè, non c'è dubbio che non funzioneranno al livello che vorremmo. E se si bevono preparazioni di ferro con il tè, si forma un precipitato poco solubile.

Il latte può essere bevuto solo nei casi in cui è necessario proteggere la mucosa gastrica dagli effetti di farmaci aggressivi: antidolorifici, per la cura della tubercolosi. Si consiglia di utilizzare questa bevanda insieme a preparati di iodio.

La maggior parte delle bevande gassate non sono salutari, perché contengono coloranti, conservanti, di cui il corpo umano non ha affatto bisogno. Ma questo non è l'intero pericolo. La composizione chimica delle bibite zuccherate può interagire con i farmaci, riducendone l'efficacia o esacerbando gli effetti collaterali.

Anche i succhi - nella confezione originale o appena spremuti non sono l'"alleanza" di cui hanno bisogno i farmaci. Contengono acidi naturali che possono distruggere il guscio di una compressa, una capsula o influenzare negativamente il principio attivo stesso. E se bevi succo con acido - acido acetilsalicilico (aspirina), mefenamico o altro, puoi avere seri problemi di stomaco.

Le bevande alcoliche sono generalmente controindicate in tutti i casi. Anche se non interagiscono con il farmaco, diventano un peso per il cuore e quindi peggiorano lo stato di salute. E con alcuni farmaci danno conseguenze molto pericolose: con l'aspirina portano a un'ulcera allo stomaco, con farmaci antipertensivi - a problemi con i vasi sanguigni.

Non aderenza al regime alimentare

Se un medico prescrive 4-5 farmaci, è difficile ricordare quando e come assumerli. Ma tali informazioni sono molto importanti, perché la loro efficacia dipende dall'uso corretto dei farmaci.

Ci sono quattro opzioni per l'assunzione di farmaci:

  1. Ai pasti.
  2. Dopo aver mangiato.
  3. A stomaco vuoto (prima dei pasti).
  4. Indipendentemente dall'assunzione di cibo.

Perché è tutto così serio? La risposta sta nel fatto che il principio attivo ha un certo meccanismo e tasso di assorbimento dopo l'ingestione, può interagire con altre sostanze, ad esempio i componenti dei piatti. Se questi schemi vengono violati, l'effetto terapeutico potrebbe non essere raggiunto. Inoltre, gli effetti collaterali spesso aumentano. Ma questo può essere facilmente evitato semplicemente seguendo le istruzioni del produttore.

Alcuni esempi di assunzione di farmaci a seconda del cibo:

  • a stomaco vuoto: infusi, decotti, tinture vegetali, preparati a base di calcio, antispastici, tetraciclina;
  • prima dei pasti: colagoghi, antiacidi, farmaci che riducono l'acidità del succo gastrico, antielmintici, alcuni antibiotici del gruppo dei macrolidi - eritromicina, claritromicina, sulfonamidi e cefalosporine;
  • durante o dopo i pasti - vitamine liposolubili, anticoagulanti, metronidazolo, tranquillanti, enzimi digestivi, farmaci antinfiammatori non steroidei, lassativi.

Cosa aiuterà a cambiare la situazione

Il salvataggio di un uomo che sta annegando nelle mani di un uomo che sta annegando non è del tutto vero in questo caso. Prevenire le situazioni a causa delle quali si verifica una diminuzione dell'efficacia dei farmaci, non solo il paziente stesso, ma anche gli operatori sanitari: medici, farmacisti. Per fare ciò, è necessario:

  1. Discutere con il paziente gli obiettivi del trattamento con farmaci specifici. Se il paziente non sa perché ha bisogno di queste pillole o sciroppo, può ignorarne l'assunzione.
  2. Tenere conto dello stile di vita del paziente, perché alcune abitudini influiscono anche sull'efficacia del trattamento. Come già accennato: l'assunzione di alcol, la preferenza per le bevande gassate può ridurre l'efficacia dei farmaci.
  3. Discutere le regole di base per l'uso di droghe, ricordare i possibili effetti collaterali.
  4. ​​​​
  5. Scrivi le prescrizioni in modo facile da leggere. Oggi è possibile fornire al paziente un regime terapeutico stampato.

Idealmente, puoi anche prendere in considerazione le possibilità finanziarie del paziente, perché potrebbe non acquistare il farmaco a causa del suo prezzo elevato. In questo caso, il medico è pronto a offrire un sostituto adeguato.

Non meno importante in tutto questo è il ruolo del personale di farmacia. Sono loro che dovrebbero ricordare ancora una volta le regole di ammissione e sottolineare perché questo è così importante.

Fonti